top of page

Export del Settore Calzaturiero Italiano: la qualità italiana che fa le scarpe a tutti

Come leggere un report SACE senza farsi venire il mal di testa: la guida in pillole di Mallei


Quando si tratta di report e numeri, diciamocelo, è facile perdersi nel mare di cifre e statistiche. Ma non preoccupatevi, noi di Mallei siamo qui per aiutarvi a vedere le cose più chiaramente.

Nel recente report SACE del 2023, emergono alcune informazioni interessanti sul mondo del Sistema Moda Italia e il successo dell'export nel settore delle calzature. Ecco una panoramica rapida, in modo che possiate vedere il quadro generale senza rimanere confusi... o almeno noi ci proviamo!



La Crescita del Sistema Moda Italia nel 2023: un'analisi che non ti farà addormentare


Le previsioni SACE per l’export del settore vedono una crescita del 4,6% per l’anno in corso per proseguire pressoché su questi ritmi anche nel prossimo triennio (+3,7% in media), potendo contare su una attenzione crescente verso la qualità, il territorio di provenienza e la sostenibilità della produzione (anche in chiave di riciclo dei materiali).

Ma cosa significa tutto questo?

Significa che i nostri prodotti sono sempre più apprezzati all'estero, e che i consumatori sono disposti a pagare di più per un prodotto Made in Italy perché riconosciuto per la sua qualità, sia in termini di design che di materiali.


Dopo un ritorno ai livelli pre-crisi nel 2022, il settore ha registrato una crescita del 18,7%. Nel primo semestre del 2023, le esportazioni sono cresciute del 4,1%, superando l'intero export nazionale (+2,3%).

Questi numeri ci dicono che l'export del settore moda italiano è sulla buona strada, e che la qualità, l'origine dei prodotti e la sostenibilità stanno diventando sempre più importanti per i consumatori.

Ma ora, concentriamoci sul cuore della questione: come sta il settore calzature italiano in mezzo a questa tendenza?

Qualità, Export e il Settore Calzaturiero Italiano

Beh, cari esportatori temerari, il mondo delle calzature italiane non è certo da meno!

I dati ci dicono che il settore calzature italiano è ben posizionato per capitalizzare su questa dinamica. La crescita del 4,6% prevista per l'export nel corso dell'anno è un segnale positivo per gli attori del settore.

Ma cosa rende il Made in Italy così attraente?

Qualità, qualità, qualità

La qualità è un fattore chiave per il successo del settore calzaturiero italiano sui mercati esteri. I consumatori internazionali sono disposti a pagare di più per prodotti di alta qualità, che durano nel tempo e offrono un comfort superiore.

Il settore calzaturiero italiano è famoso per l'utilizzo di materiali pregiati, come pelle, cuoio e tessuti. Inoltre, sono maestri nell'artigianato e nel design, e questo si riflette nelle calzature che creano.

Territorio

Il territorio è un altro elemento che contribuisce al successo del settore calzaturiero italiano. Le scarpe italiane sono realizzate in piccole fabbriche e atelier sparsi per l'Italia, spesso in zone con una lunga tradizione calzaturiera. Questo conferisce ai marchi italiani un tocco di autenticità e unicità che è difficile da replicare altrove.

Sostenibilità

La sostenibilità è un altro tema che sta diventando sempre più importante per i consumatori internazionali. Il settore calzaturiero italiano sta investendo in tecnologie e processi produttivi sostenibili, per ridurre l'impatto ambientale della produzione di calzature.

Il Raffreddamento del Ciclo Manifatturiero: Cosa Significa per il Settore Calzaturiero

Ovviamente, non tutto è rose e fiori. Il report rivela una flessione del 4,8% nella produzione delle industrie del tessile, abbigliamento, pelli e accessori nei primi sette mesi dell'anno. Ma aspettate, non è il momento di preoccuparsi!

Questo calo è in gran parte dovuto al raffreddamento del ciclo manifatturiero dopo la forte ripresa post-Covid. Quindi, è un'evoluzione fisiologica più che un motivo di preoccupazione.

Certo, il settore calzature italiano non è immune da queste sfide, ma la flessione del ciclo manifatturiero è un fenomeno temporaneo, e noi italiani abbiamo affrontato queste sfide come dei veri campioni, grazie a un mix di qualità, creatività e tanto spirito imprenditoriale.

Opportunità Negli Emirati Arabi Uniti e Corea del Sud: Focus sul Settore Calzature

Prospettive e Opportunità in Corea del Sud

Se c'è un posto dove il settore calzaturiero italiano può brillare come mai prima d'ora, è la Corea del Sud. Questo paese dinamico è il palcoscenico perfetto per le nostre creazioni Made in Italy. Non è una sorpresa che il nostro marchio goda di un apprezzamento consolidato, ma ciò che è ancora più affascinante sono le opportunità in costante crescita.

Ma cosa rende la Corea del Sud così speciale per le nostre scarpe italiane?

Beh, iniziamo con i fatti: i consumatori sudcoreani hanno un debole per la qualità e l'artigianato. La loro passione per le cose fatte a mano e i dettagli raffinati è paragonabile a quella di un sommelier di vino davanti a una bottiglia pregiata. E questa, amici, è una buona notizia per le vostre produzioni.

Ma c'è di più. La Corea del Sud è in continua evoluzione, con una classe media in crescita che cerca prodotti di alta gamma. Quindi, immagina le tue scarpe non solo come calzature, ma come dichiarazioni di stile e raffinatezza. Sì, hai capito bene, sono un vero e proprio status symbol. E in Corea del Sud, essere alla moda è come mangiare kimchi a colazione. Sono sempre disposti a investire in qualità e prestigio!

E come se non bastasse, le tariffe doganali sono state abbassate, e gli accordi commerciali stanno creando un terreno fertile per gli esportatori italiani.

In breve, se produci calzature italiane, l'unica cosa che non puoi fare è ignorare queste opportunità nella Corea del Sud.

Prospettive e Opportunità negli Emirati Arabi Uniti

Beh, non è un segreto che gli Emirati Arabi Uniti siano il regno dell'opulenza, e chi può biasimarli? Ebbene, cosa rende questo luogo il paradiso delle calzature italiane?

Iniziamo con un cliché che è più vero che mai: la qualità fa la differenza. Gli Emirati Arabi Uniti sono noti per il loro amore per il lusso, e niente è più lussuoso di un paio di scarpe italiane. I marchi del Bel Paese, con il loro impegno per la maestria artigianale e l'attenzione ai dettagli, stanno attirando l'attenzione di una clientela che sa riconoscere il valore della qualità.

E poi c'è lo stile italiano. Le calzature italiane sono molto di più che semplici scarpe; sono opere d'arte che raccontano storie di passione, creatività e tradizione. In un paese dove l'apparenza conta, chiunque cerchi di farsi notare sa che indossare un paio di scarpe italiane è come portare un pezzo di sfilata con sé.

Ma attenzione, il mercato degli Emirati Arabi Uniti è competitivo e richiede un'approccio strategico. La concorrenza è agguerrita, ma la buona notizia è che c'è spazio per la diversificazione e l'innovazione. I consumatori locali sono sempre alla ricerca di marchi che portino un tocco di freschezza e originalità, quindi se avete qualcosa di unico da offrire, potete avere un grande successo.

Concludendo: La Qualità Come Traino nell'Export delle Calzature

In conclusione, la qualità è il nostro asso nella manica nel settore calzaturiero italiano, e questo rapporto SACE ne è la prova tangibile. I dati dimostrano che la nostra dedizione alla produzione di calzature di eccellenza è riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo, aprendoci le porte a mercati in costante crescita. Così, il binomio vincente tra qualità ed export continua a regnare sovrano.



Mallei sviluppo commerciale B2B settore dolciario
Vuoi scoprire come possiamo aiutarti a navigare questi mercati? Contattaci per formulare insieme la strategia di internazionalizzazione più adatta a te.





bottom of page